Lo chiamavano Trinità…

16 04 2010

Quanti anni sono che Rete4 propone questo e il seguito? C’è un appuntamento annuale, che magari qualcuno aspetta, tipo The blues brothers e Una poltrona per due a Natale, e dovrebbe essere pure vicino se non sbaglio. Io l’ho sempre mancato, per diversi motivi: il primo è la puzza sotto il naso, anche per il palinsesto della rete Mediaset, che fino all’anno scorso non brillava certo in qualita; il secondo è il genere, puro spaghetti western all’italiana, che non ho mai frequentato; il terzo è l’ennesima riproposizione della coppia Spencer-Hill, che per quantità di film fatti potrebbe superare addirittura Stanlio e Ollio.

Naturalmente Lo chiamavano Trinità, consigliatomi da un collega, è stato una sorpresa: le battute, i dialoghi tra i protagonisti, le acrobazie atletiche di Terence Hill, e una trama che forse forse non è poi tanto banale come credevo fino a poco fa.

Quasi quasi lo conservo…


Azioni

Information

4 responses

16 04 2010
giuliano

Io li vedevo al cinema, erano quasi gli unici film che arrivavano anche nei paesi, prima dell’epoca tv; ero sui 12-14 anni, e parto da “i quattro dell’Ave Maria”, se non ricordo male è il primo dove i due lavorano insieme (insieme ma non ancora in coppia).
Non vanno confusi con le altre cose simili, e direi che facevi molto bene a diffidare. A momenti sembra di vedere un balletto, e le facce di Pedersoli-Spencer sono impagabili. (fai un giro su internet, qualche foto di quand’era primatista italiano del 100 stile libero si trova!)

16 04 2010
agegiofilm

Ho dimenticato di citare le facce di Bud, ma anche nel seguito, che sto guardando ogni tanto ci si deve per forza soffermare su di esse.

23 04 2010
solo film

Come sai ne ho parlato anch’io…che aggiungere… che sono i ricordi d’infanzia (sono un bimbo dei ’70 e un ragazzo degli ’80), i sogni di celluloide che si mischiano con i sogni di un cucciolo d’uomo. (ci fosse Bud qui mi darebbe un sonoro sberlone per quanto sono mieloso stasera).

24 04 2010
agegiofilm

Ogni tanto mi piace recuperare roba che tutti hanno visto prima di me, e di sorprendermi come un bimbo. Si vede che ho avuto un’infanzia infelice…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: