Pat Garrett e Billy the Kid

15 04 2010

Mi sono bruciato uno dei più bei film western in assoluto. La prima volta che lo vidi non mi piaque tanto, affrontai Peckinpah con sufficienza, ma dopo la cura più o meno cinefila degli ultimi anni riconosco il pregio di un titolo che forse potevo riservare ad un altro momento della vita di questo blog.

Ci sono due deviazioni nel western dagli anni ’60 in poi, dal classico indiani contro colonizzatori ai soliti cowboys fuorilegge, al spaghetti, di Leone e pochi altri (italiani), e alla rilettura del genere, con Peckinpah e altri (Soldato blu mi viene in mente, ma anche Piccolo grande uomo), fino ad arrivare a Balla coi lupi, che ha aumentato l’interesse per film che non attiravano certo masse di gente al cinema come tanti anni prima.

Pat Garrett and Billy the Kid è stato una sorpresa. Per l’interpretazione di James Coburn, sopra tutti gli altri, per la messa in scena, dove i particolari mi sembravano veramente curati, per la fotografia (gli ultimi minuti sono accecanti), naturalmente la colonna sonora di Bob Dylan (struggente l’inserimento di Knocking on heaven’s door) e per la trama, una continua caccia al ribelle più che all’assassino, che ha molto di politico  se vengono solo introdotti i personaggi dei capi-città.

Filmtv parla di canto del cigno del western, e proprio per questo aumentano le possibilità che al prossimo passaggio televisivo io ne faccia un buon dvd.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: