Greystoke

14 04 2010

E’ l’ennesimo adattamento drammatico di un eroe, come è capitato a Dracula (Coppola), Frankenstein (Branagh) e alcuni altri. La prima parte è stranamente più sopportabile della seconda, per lo stesso motivo, i versi che fa l’ennesimo Tarzan, un pò meno che affascinanti tra le scimmie, insopportabili durante il periodo in Inghilterra, in cui senza motivo apparente, con tenacia quasi, ci si trova davanti all’uomo scimmia che imita pure i versi degli altri animali della jungla. Irritante quindi, un pò noioso nella critica alla società vittoriana di fine secolo scorso, ma toccante nella rabbia con cui il protagonista affronta la solitudine.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: