Qualcuno volò sul nido del cuculo – Il libro

9 02 2010

E’ dovere di ogni appassionato di cinema aver letto almeno qualche libro dei film che preferisce. Soprattutto se si sa che i libri sono sempre meglio, o perlomeno diversi da ciò che si è visto. Capitano film-sceneggiatura, e capitano solo riduzioni cinematografiche, oppure vedi le vicende da altri punti di vista, con altri scenari, altri personaggi. Capita con questo libro: il protagonista è l’indiano, quello “sordo-muto”, quello impassibile, che si ricorda soprattutto per la statura; il racconto su McMurphy, e il suo ingresso nell’ospedale psichiatrico, lo si vede con i suoi occhi, dall’inizio alla fine, al momento della fuga (non ho paura di rivelarvi il finale perché dovrebbero averlo visto tutti ormai). Nella parte centrale del film c’è altro: Bromden ha delle allucinazioni, ma l’influenza maggiore nei suoi problemi sembra averla l’istituzione, frutto della Cricca, come la chiama lui, tutto ciò che sta all’esterno e che tenta di controllare i pazienti.

Naturalmente ci sono altri personaggi, ma sembrano tutti sbiaditi rispetto al ribelle McMurphy e all’enorme indiano. Il finale è più o meno lo stesso del film, si rispettano le vicende principali, ma rimane qualcosa in più del prodotto cinematografico.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: