Le prime pagine delle riviste di cinema – Dicembre (2)

16 12 2009

Nel mese scorso ho approfondito l’argomento per tutte le riviste uscite, ma ho promesso anche di parlarne appena ne ricevevo tre, quindi eccomi qua.

Le riviste del post sono:

Filmtv

Nocturno

Nick

Filmtv dedica la copertina, una delle molte mi sa nell’edicola delle settimane a venire, ad Avatar. Il film più atteso del millenio, dicono loro. Io penso soprattutto agli effetti speciali (197 telecamere), dei quali Cameron, come Lucas, ridefinisce gli standard ogni decennio. In copertina si cita La principessa e il ranocchio, cartone d’antan, ma pieno di storia/e e realtà (vedi New Orleans). Pieraccioni e Marilyn….perché (e come) riesco a confondere ogni suo film??? Le nuove serie tv: un sunto di cosa succede in Italia: la fine del fenomeno??

Nocturno ha in copertina una ragazza non identificata coperta di una mascherina insanguinata. Questo per parlare di pandemie, le malattie mortali nella storia, e nel cinema, con un occhio particolare anche ai film recenti. Un lunghissimo excursus che travolge. Si cita anche L’ultima casa a sinistra, di Wes Craven, un cult che devo scoprire. Poi si rimanda a un pò di film. Si parla del vero piano di JigSaw (?), del remake del cult Stepfather (??), e di The box, l’unico film sul quale avevo già letto…mi sta venendo un dubbio…Le interviste citate nella prima pagina sono a Gaspar Noe, quello di Irreversible, a Camille Keaton, …forse non sono adatto alla rivista?…Don Backy, uno che solo Nocturno poteva recuperare, e a Giannetto De Rossi, un’italiano che ha avuto successo all’estero.

Nick di dicembre ha in copertina George Clooney, forse uomo dell’anno. Qui si è detto di tutto su di lui, ma mi sono dimenticato, o forse voglio ricordare quanto, ma soprattutto come, è impegnato. Dieci: si arriva alla fine del decennio, e si da un’occhiata al cinema, forse più delle altre volte, con un collage di scritto e foto per ogni anno. Alla fine si afferma che personaggio del periodo è Clint Eastwood, a ragione direi. Mi sono sorpreso per la rapidissima intervista ai fratelli Coen, con progetti futuri e spiegazioni di A serious man (nel recensirlo si dice: la religione non da risposte forse, e riesce a rendersi pure ridicola). Anche Richard Gere è citato in copertina, un attore che sta nel “mezzo”, ma non per come affronta la vita.

Akerman…Malika…chi era costei??? Oggi ho visto delle sue foto, su Max, dal barbiere, ma non sapevo di Watchmen: le sue gambe e le sue parole le vorrei a cena…

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: