Last days

2 06 2009

Forse ero troppo entusiasta per l’arrivo nell’etere di Rai4, ed ho registrato anche il film di Gus Van Sant, tra gli altri film che ogni tanto, anche a un anno dalla partenza, il canale di Freccero manda a sorpresa. Anche questa visione è stata una sorpresa, negativa però: non è un vero e proprio film, dura 53 minuti, quindi quasi un mediometraggio; il protagonista bofonchia qualcosa, ma per la maggior parte della storia, gli ultimi giorni di vita di un cantante rock, riesce ad esprimersi solo mediante una canzone alla chitarra. Chi lo circonda fa parte del suo gruppo oppure è piuttosto sciroccato: involontariamente, forse, ci sono delle scenette comiche, dal venditore di spazi pubblicitari all’amico che deve comprare un ventilatore e va nello Utah. A parte questo ricordo che Last days era annunciato come un biopic su Kurt Cobain: tanto di cappello al cantante dei Nirvana (sono almeno anagraficamente vicino alla famigerata generazione X), ma qui si sfiora il ridicolo quando si prendono tutti gli stereotipi del caso.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: