Porte aperte

27 05 2009

Mi sono avvicinato a Gian Maria Volonté con molta cautela, con rispetto, date le citazioni sull’attore che vengono ogni tanto fuori al lavoro o tra amici: un mostro di bravura, uno “abbastanza” impegnato…Poi, piano piano, ho recuperato alcuni suoi film, quelli più politici degli anni ’70, e già lì….Oggi ho visto uno dei suoi ultimi film, interpretato pochi anni prima della sua dipartita: in Porte aperte interpreta un giudice che tenta di salvare un pluriomicida dalla fucilazione durante il fascismo in Sicilia. Il personaggio si muove con molta cautela, tra togati, testimoni, avvocati, personaggi che cercano di farlo desistere dal suo tentativo: l’epoca non permetteva libertà di giudizio, di parola, e lui cerca di muoversi nell’ambito che conosce di più, la legge, ma le maglie della giustizia, e ancora di più quelle della politica, sono strettissime. Fino all’ultimo credi che il film tratto da Sciascia sia disilluso, pessimista, cinico, quasi impotente, ma il finale…Volonté qui parla un italiano con inflessioni siciliane, posso dire solo questo, e ciò ne fa già uno dei grandissimi che abbiamo perso.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: