Il silenzio degli innocenti

11 04 2009

Scena più visualizzata su Youtube: Chianti, fave e…

Parole memorabili: Hannibal: La scortesia per me è una deformità inconcepibile.

Regia: A guardare il making of del film si possono dedurre due cose: non era un regista di thriller, aveva fatto delle commedie o un pout pourri per Qualcosa di travolgente, e l’ha dimostrato anche nel modo gentile con cui trattava la troupe e il cast. Ha preso in mano uno script che scende nel male più assoluto, allontanandosi anche dal libro di Thomas Harris, lasciando improvvisare a tratti Hopkins, usando spesso i primi piani, scegliendo i montaggio alternato nel finale…Successivamente ha diretto Philadelphia, buon film che si allontana molto da questo.

Attori: Anthony Hopkins non era ancora tanto famoso; certo aveva fatto film come The elephant man, e ricordo una versione di Gli ammutinati del Bounty, ma prima ha fatto molto teatro, e gli hanno proposto la parte di Hannibal, un salto se non di qualità, almeno di enorme popolarità. Jodie Foster invece aveva vinto l’Oscar per Sotto accusa, quindi non era una principiante, ma nel personaggio si è calata in modo impressionante. Oltretutto io ricordo sempre le scene in cui è immezzo ai colleghi maschi, lei poi non è tanto alta….Se penso che il ruolo era stato proposto anche a Michelle Pfeiffer…

Soggetto e sceneggiatura: Si è scelto di parlare di serial killer, quindi già questo poteva impressionare; si è scelto un tono da psicanalisi, e questo aggiunge disturbo; si è scelto come co-protagonista uno psichiatra, e qui…oltretutto cannibale…, che sembra come tanti. Questi elementi fanno tendere il film verso l’horror, anche per le scene splatter, ma a farne un thriller ci pensa un agente donna dell’FBI, disegnato benissimo, dall’accademia ai capi di Clarice. Le scene in cui c’è Scott Glenn sono bellissime se ormai non ci si impressiona più di niente.

Dialoghi: Le scene a due tra Hannibal e Clarice sono nell’immaginario collettivo.

Colonna sonora: Abbastanza particolare.

Effetti speciali: Il making of ne descrive qualcuno, ma non si sofferma sulla scena della fuga.

Montaggio: Mirabile il finale.

I miei Oscar: Jodie Foster, sceneggiatura, regia.

Gli Oscar veri: Film, regia, Anthony Hopkins, Jodie Foster, sceneggiatura non originale.

Libro: Il famosissimo…

Citazioni: Normale che se ne sia fatta una parodia, data in mano a Ezio Greggio…

Schede: Filmtv, Mymovies, Wikipedia, IMDB.

Prosecuzione delle vicende: A parte il seguito, Hannibal, ci sono dei prequel, in due versioni, e un pre-prequel, Le origini del male…non è che stanno sfruttando il personaggio?

Sondaggio:

Stesso genere: Manhunter, Red Dragon, Hannibal, ma anche Il collezionista, Seven…

Meglio di, peggio di: Meglio dei film che sono venuti dopo, peggio forse di Manhunter.

Notizie su attori e regista: Demme ha diretto Rachel getting married, Jodie Foster dovrebbe far parte di Inside man 2, mentre Anthony Hopkins è nel prossimo film di Woody Allen.

Riflessioni e ricordi: Quando ho visto questo film forse ero appassionato di serial killer, argomento che ho abbandonato per qualcosa di più sano e prolifico come il cinema. Oggi ormai le loro imprese sono superate da individui peggiori ma della stessa razza, come i pedofili, o con delitti più eclatanti e/o con copertura mediatica.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: