Il padrino – Parte I

5 04 2009

Scena più visualizzata su Youtube: La morte di Sollozzo

Parole memorabili: Gli farò un’offerta che non potrà rifiutare…

Regia: Dal dvd essenziale, ma con il commento di Coppola si capisce che il regista non ha avuto tanta fortuna per questo film: incomprensioni con la troupe, con la Paramount forse sono ancora presenti. In più Marlon Brando e Al Pacino non erano ben visti . Coppola era giovane, aveva un budget ridotto, il minutaggio finale doveva essere di 2 ore e 15…Il successo del film, che il regista considerava “commerciale” (“pietra miliare di rifondazione di Hollywood” secondo Mereghetti), l’ha ripagato enormemente.

Attori: Brando, non doveva far parte del film: troppo giovane per interpretare il padrino, troppo famoso, immenso e pagato male, a suo dire. Rendeva poi la vita difficile al regista combinando degli scherzi veramente pesanti: il cartello con la scritta “vaffanculo” messo in testa mentre recitava con un attore in difficoltà, o i pesi di piombo aggiunti alla lettiga nella scena del ritorno a casa dopo l’attentato. Al Pacino invece non era tanto conosciuto, aveva solo fatto Lo spaventapasseri. Si presero in considerazione altri attori, anche con dei provini aperti, e ruoli diversi per gli stessi: James Caan doveva avere la parte di Al Pacino, ad esempio. A me sembra che il valore del cast qui sia superato da quello della storia…

Soggetto e sceneggiatura: Dato che la trilogia, scritta da Coppola con Mario Puzo, è praticamente una scalata al potere di Michael Corleone si parte dal protagonista ancora lontano dagli affari di famiglia, che per il padre diventa assassino e poi ne prende il posto. Si parte inoltre dal livello più basso della mafia, quella della guerra “ai materassi”, quella degli assassinii, quello dell’introduzione al mercato della droga, e si arriva al primo gradino per riciclare gli affari, ossia Las Vegas. Per accentuare ulteriormente la divisione che hanno i critici e il pubblico per questo film si può anche parlare della morale che il secondo ha trovato nel film, ma sono speculazioni, perlomeno lontane dalla vecchia concezione, troppo di sinistra forse, che Il padrino parli dell’America e della sua storia, ripresa in diverse recensioni. Io ci vedo altre cose, dalla storia di gangster alla saga familiare, con la mafia che entra sempre più nella società civile. Michael Corleone alla fine della trilogia punta alla redenzione tramite la Chiesa, ma mi immagino un altro Padrino – Parte III, in cui, più verosimilmente, si crea una commistione con la politica.

Dialoghi: Siamo nella storia del cinema.

Colonna sonora: Nino Rota ha usato dei vecchi arrangiamenti, e per questo non ha vinto l’Oscar, ma l’adorazione di molti.

Effetti speciali: Forse devo rivedere questa voce, viste le parole del regista nei commenti al dvd che ho visto. Un esempio? Gli occhiali di Moe Green che esplodono…

Tecnologia nel film: Stranamente non si vede nessun grammofono, anche se è  ambientato negli anni ’40.

Fotografia e montaggio: Se volete capire questi concetti come me comprate l’ultima edizione economica del dvd.

I miei Oscar: Alle scenografie, alla fotografia, al regista.

Gli Oscar veri: Marlon Brando, sceneggiatura non originale, film, più altre 6 candidature, delle quali 3 erano per attori non protagonisti, caso eccezionale.

Libro: Mario Puzo – Il padrino.

Citazioni: Anche qui molti si sono divertiti a riprendere certe scene. Ultimo Maurizio Crozza…

Schede: Filmtv, Mymovies, Wikipedia (qui la PadrinoPedia), IMDB.

Prosecuzione delle vicende: A parte la solita trilogia, si è parlato di un quarto capitolo della storia.

Sondaggio:

Stesso genere: Devo scriverlo?

Meglio di, peggio di: Meglio di Parte III, peggio di Parte II

Notizie su attori e regista: Gli attori più importanti sono ancora più o meno in attività, tranne Brando che se ne è andato nel 2004.

Riflessioni e ricordi: Questa trilogia è strana perché il secondo capitolo è molto meglio del primo, ma senza aver visto quest’ultimo non capiresti il film che considero il più bello (passerò di qua quando ne troverò uno migliore).

Annunci

Azioni

Information

2 responses

6 04 2009
ugaciaka

Ma non venirmi a dire che sei innocente, perché è un insulto alla mia intelligenza e la cosa mi disturba molto.

anche questa merita come citazione, io la adoro

6 04 2009
agegiofilm

Citazione piena di drammaticità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: