Un angelo alla mia tavola

4 02 2009

La scena più famosa: N.D.

Parole memorabili: Non ricordo le parole esatte, ma c’è una frase d’introduzione a uno dei capitoli che dice più o meno così: “Se vai in Francia corteggiala da parte mia”. Correggettemi se necessario.

Regia: Jane Campion non è esattamente la mia regista preferita: troppi film al femminile, anche se alcuni titoli, leggendone la filmografia, tornerei a vederli. Con questo film va sulla ribalta internazionale, scegliendo di descrivere il rapporto tra genio e follia in  modo diverso rispetto ad altri registi. In effetti io ricordavo solo l’episodio del manicomio, importante nella vita della poetessa ma che la Campion ha deciso di “suggerire” appena, come dice Morandini.

Attori: Splendide entrambe le attrici che hanno interpretato la poetessa. La bambina è dolcissima, Kerry Fox invece è una tosta che si è fatta scoprire con questo film (poi avrebbe fatto Piccoli omicidi tra amici…).

Soggetto e sceneggiatura: Certi personaggi sono nati per il cinema: se il personaggio biografato è un poeta è meno facile, ma qui si sono fatte le cose per bene, riuscendone anche ad inserire qualche verso. I soliti clichè sulle donne, sulla malattia mentale, sul rapporto genio/follia, sono affrontati in modo diverso, si vede che questo film non è stato fatto per Hollywood (…ma per la tv…).

Dialoghi: Dolcissimi quelli della prima parte tra la protagonista e i suoi compagni di giochi.

Colonna sonora: Non ho notato niente di particolare.

Tecnologia nel film: La solita macchina da scrivere, e purtroppo anche l’elettroshock…

Fotografia: Straordinari certi paesaggi della Neozelanda Nuova Zelanda (…) per i quali si è usata una pellicola speciale che esalta certe tonalità.

I miei Oscar: Alla bambina.

Gli Oscar veri: Nessuno, forse è troppo lontano da Hollywood. A Venezia ha vinto il Leone d’argento, con polemica.

Libro: Alla base del film c’è l’autobiografia dell’autrice, Janet Frame.

Schede: Filmtv, Mymovies, Wikipedia, IMDB

Prosecuzione delle vicende: Janet è diventata comandante dell’impero britannico (Commander of the Order of British Empire (CBE)) (Wikipedia). Si è fatto il suo nome per il Nobel prima che morisse nel 2004. Queste notizie sono tratte dalla pagina inglese di Wikipedia su di lei.

Sondaggio:

Meglio di, peggio di: Meglio di molti biopic di Hollywood…

Stesso genere: N.D.

Notizie su regista e attori: La Campion e la Fox lavorano insieme per un film, Bright star, in uscita quest’anno.

Riflessioni e ricordi: Come già detto la prima volta che ho visto questo film qualche mese fa non apprezzo molto il film d’autore. Questa volta sono andato sparato davanti alla tv, “tolto il dente…”, e l’ho visto senza neanche tanta fatica, anzi ho saputo apprezzarne le cose positive che quasi ogni film possiede.

Annunci

Azioni

Information

3 responses

4 02 2009
the Tramp

Mi dispiace ma stavolta mi trovi proprio impreparato!Magari se riesco a trovarlo in Dvd rimedio.A presto.

5 02 2009
Ennio

Si dice Nuova Zelanda, non Neozelanda…

5 02 2009
agegiofilm

HO SCRITTO NEOZELANDA!!!?!?!?!?!?! E’ vero…scusatemi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: