Collateral

9 01 2009

Scena più famosa: Quella della strage in discoteca

Parole memorabili: “Da quando in qua pensi di poter trattare?”

Regia: Mann ha quasi scelto di rovinare la nostra visione del film quando ha vestito Tom Cruise come Val Kilmer in Heat e con la stessa acconciatura di De Niro nello stesso film. Lo ricordo perché è uno dei miei film preferiti, e lo so quasi a memoria. A farne un film nuovo ci pensano appunto le luci notturne della città, per le quali il regista ha scelto l’Alta definizione e una videocamera digitale adatta allo scopo. Per il resto mi è sembrato di aver colto gli stessi elementi degli altri film di Mann.

Attori: Da qui in poi Jamie Foxx ha avuto fortuna; da qui in poi Tom Cruise poteva avere fortuna, o almeno si è distaccato dai suoi soliti film. Il primo è un taxista di ripiego, ma da 12 anni, la cui tranquillità è interrotta dal killer interpretato da un insolito Tom Cruise, odioso come sempre, ma qui per altri motivi, e per questo mi è pure piaciuto.

Soggetto e sceneggiatura: Non mi pare che il plot sia tanto originale, un killer che va in giro ad uccidere gente;  il tassista sembra l’unica nuova (e impazzita) variabile. Ulteriore novità sembra la filosofia e il metodo di lavoro del personaggio di Tom Cruise. Altra cosa originale è lo svolgimento della trama, mai così veloce per un regista come Mann, che ogni tanto fa prendere agli spettatori qualche pausa.

Dialoghi: Scoppiettanti, ma questa non è una commedia: si parla del lavoro di un killer, che fa paragoni tra un assassinio e lo sterminio in Ruanda. La parola esatta per questi dialoghi è “taglienti”, a tratti non riesci neanche a seguirli.

Colonna sonora: L’inizio del film contiene diverse belle canzoni, ma poco prima del primo omicidio si sente Mozart, dopodichè quasi si affonda nell’abisso di Vincent, per cui non c’è da stare allegri.

Tecnologia nel film: Non so quanto fossero diffusi in quel periodo i touchscreen come quello di Vincent.

Fotografia: Come già scritto sembra che il regista volesse come protagonista anche la città, per cui ha massimizzato gli scuri e le luci della notte.

I miei Oscar: Fotografia, troppo facile.

Gli Oscar veri: Nessuno

Schede: Filmtv, Mymovies, Wikipedia, IMDB

Prosecuzione delle vicende: Morto il killer cattivo e salvata la bella come vuoi che proseguano le vicende…

Sondaggio:

Meglio di, peggio di: Meglio di Miami Vice, peggio di Heat – La sfida

Stesso genere: Heat – La sfida

Riflessioni e ricordi: Forse è esagerato metterlo in Top 100, ci sono molti altri titoli che preferisco, ma ribadisco che quella non è la mia classifica, in cui invece inserirei questo film abbastanza in basso. Non mi piacciono più tanto i film di killer, polizia….

Annunci

Azioni

Information

2 responses

19 02 2009
ugaciaka

“Mann ha quasi scelto di rovinare la nostra visione del film quando ha vestito Tom Cruise come Val Kilmer in Heat e con la stessa acconciatura di De Niro nello stesso film.”
azz è vero, non ci avevo fatto minimamente caso O.o

19 02 2009
agegiofilm

Una autocitazione? Nei trivia della scheda di IMDB non mi pare riportata…mahhh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: