Unbreakable

8 04 2008

Un film sui fumetti, con superoi, ma senza effetti speciali. Questo è Unbreakable, che preferisco a The sixth sense. Il motivo è stato già detto, ma c’è dell’altro: ad interpretarlo ci sono Samuel L. Jackson, qui magrissimo, e Bruce WIllis, mai visto così tranquillo, forse a causa del regista, uno che se la prende comoda con la cinepresa, ossia Michael Night Shyamalan. Se WIllis fa il supereroe non consapevole dei suoi poteri, a rubargli la scena, a mio avviso, è l’altro protagonista, appassionato di fumetti con i supereroi, ma con le ossa di vetro, talmente fragili che alla nascita risulta essere già fratturato. (nel vedere questo film oggi non mi ricordavo della prima scena, quella del parto, fatta allo specchio, e mi sono quasi ubriacato). Nel prosieguo il film cita pochi eroi conosciuti, anzi, è parco, come nell’uso degli effetti speciali forse ai più invisibili. Il film più strano su degli eroi di fumetti, specie per la lentezza con cui si sviluppa, pur non superando i 100 minuti. Ci sarà un sequel?

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: