Men in black

15 11 2007

E’ uno dei film che ho visto al cinema nel lungo e freddo inverno del ’97.

Chissà come si è divertito Spielberg, che ci ha fatto immaginare con Incontri ravvicinati che gli alieni possono anche essere buoni, a produrre questo film. Si sente dappertutto la mano di Spielberg in questo film, dalla musica alle ambientazioni, dalla sceneggiatura ai personaggi. Chi c’ha messo di suo nel film è Will Smith, che cerca di sfatare il mito del Men in black con la simpatia. Ma il film è pieno di battute: “Tu lo sai che Elvis è morto, vero?” “No, è solo tornato a casa”. La moglie di Edgar è un personaggio a sè stante, quasi un mito. La scena dell’esame per entrare nei MIB è fatta troppo bene.

Non mi ricordo come mai, ma ho comprato il dvd originale con la solita rivista. Questa volta ho speso bene i soldi: questo sarà un evergreen, anche se non si è ragazzini o fan di Spielberg.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: